…gospel…

Pubblicato: 22 marzo 2008 in riflessioni di elfo

Già scrissi tempo fa di Gospel, per dire di quanto mi mandasse in crisi il tema di cui il gospel è promotore e testimone e cioè la Parola di Dio, non per la parola in sè oltremodo condivisibile e seguibile, ma parola di un Dio in particolare cioè quello Cristiano, protestante per giunta e se vogliamo categorizzare ancora,….un Dio nero, vista la provenienza di tale “genere”. Scrissi di come CATEGORIZZARE Dio mi desse fastidio. Ci son già troppe divisioni in questo mondo malato e forse pensare che dio sia UNO per tutti potrebbe esser d’aiuto. Io in effetti penso che lo sia ma al fine del mio discorrere non serve a molto. Perchè tant’è, il Dio che canto ha un colore, una confessione, un suo popolo e delle sue regole che non sono le regole, il popolo ed il colore di un altro dio come ad esempio quello seguito dai Mussulmani.  

Ed allora mi  chiedo il perchè continui a cantare in un coro Gospel. Di certo è una famiglia per me, ho amici al suo interno ma….la cosa che mi sciocca di più è che nonostante non abbia la volontà di seguirne in toto i precetti e sia molto polemico e critico nei suoi confronti, quando lo canto mi emozione al limite del pianto, anzi a dirla tutta non è raro che io lo abbia fatto. Solo domenica ho fatto un bel pianto liberatorio alla fine di un workshop durato 3 giorni con un’insegnante magnifica(Karen Gibson), il perchè mi si siano aperte le acque ancora non l’ho capito ma è successo.

Quindi nulla! Non ho una fine a questo discorso come al solito, solo la voglia di parlarne con chissà quale speranza, che qualcuno mi dica la sua e mi aiuti a capire. mah!….

….ed intanto canto!

Annunci
commenti
  1. laura ha detto:

    eccomi qui… ho letto fratellino ..
    questo argomento merita una buona serata … ma intanto ti lascio un pensiero ..
    Il Dio che cantiamo non ha un colore per me …Il Dio che cantiamo per me e’ Padre e come Padre prova un amore sconfinato verso i suoi figli …TUTTI i suoi figli .
    Questo AMORE e’ cio che sento mentre canto , ed e’ sempre la ricerca di questo AMORE che tante volte apre le porte delle emozioni piu profonde, quelle appunto che non vorrei manifestare a nessuno ma che non si possono nascondere ad un Padre..
    Io credo in un Unico Dio che sostiene, incoraggia ed ama profondamente tutti i suoi figli e soffre per loro e con loro quando sono nel tormento …
    Ecco perche’ per me le differenze non esistono, no uomo, ne’ donna, ne’ bianco, ne’ nero ..
    La Musica poi e’ uno straordinario messaggio universale e come tale non va monopolizzato . Ognuno e’ libero di esprimere con la musica questo AMORE …
    I neri con la musica Black, i bianchi col Gregoriano, i Musulmani con il dolce suono del muezzin ….
    Io credo che stia ad ognuno di noi decidere se ricercare e accettare questo AMORE… e forse il fatto che tu ti mostri con il cuore aperto significa che sei ancora alla ricerca …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...