Tradizioni da smantellare!!!

Pubblicato: 12 ottobre 2008 in riflessioni di elfo
Tag:, , , , , , ,

Sono convinto che le tradizioni di un paese, anche nell’era della globalizzazione, siano da salvaguardare. Penso ad un uguaglianza nella diversità! Non ha senso uniformare i gusti secondo me, così come trovo abominevole dire ad un popolo quello che è giusto o non giusto fare ma…, c’è un MA grosso come un grattacielo(rob:-P) ed è riguardo a certe usanze che mettono l’individuo in condizione di schiavitù o di perdità della propria dignità di essere umano.

Ho letto che in Thailandia esiste un grave problema riguardo le donne giraffa. Sapete quelle donne con il collo lungo lungo grazie ad una progressiva aggiunta di anelli metallici fin da quando sono bambine?

Ecco, nel 2008 loro vorrebbero anche mollare questa tradizione e visto che non gli viene concesso, magari espatriare in un paese che gli permetta di vivere una vita normale. Già…piccolo particolare, se le donne che ormai hanno gli anelli, volessero toglierli morirebbero con il collo spezzato. Infatti i muscoli che tengono la testa sono totalmente inadatti a reggerne il peso perchè ormai atrofizzati. Notizia di qualche tempo fa: sembra che il governo Thailandese impedisca all’etnia Padaung di espatriare perchè verrebbe meno un indotto che alla regione in cui le donne giraffa vivono, fa molto comodo e cioè quello dei turisti che vanno a vederle, manco fossero animali dello zoo e per cui pagano pure un biglietto.

Annunci
commenti
  1. Arciere remoto ha detto:

    Ehm… questo commento qua non centra nulla…
    ho letto sul blog di Sky che hai fatto l’artistico… Anche ioooooooooooooooooooo 😀 🙂

  2. ciao96 ha detto:

    6 un grande hai ragione la donna nn ho diritti in quei paesi ma nn ha nemmeno la possibilità di ribellarsi!
    ti dò 1 informazione ke forse nn sapevi: le donne giraffa se tradiscono il marito vengono uccise togliendo gli anelli!

  3. Piera Roman ha detto:

    Queste donne le ho viste e fotografate in Birmania. Non è il collo che si allunga ma sono le spalle che si abbassano al punto che le mani quasi toccano le ginocchia. Si fanno pagare per essere fotografate e con questi soldi
    mantengono la famiglia e danno un contributo alla loro tribu’ di appartenenza. Gli anelli al collo vengono rimossi 2 volte all’anno da una donna che fa questo tipo di lavoro e gira per le varie tribu’. Non possono stare senza la spirale per più di 15 minuti il tempo di lavarsi. L’usanza è nata per difendersi dalle tigri ( le spirali di anelli non sono solo sul collo ma anche attorno ai polsi e alle caviglie) che attaccavano le donne che andavano in cerca di legna o di cibo. Non ho capito perchè no agli uomini! Comunque sarebbe da abolire questa barbarie, ho fotografato bambine di 5 anni già con le spirali al collo.

  4. Dzha ha detto:

    orribile! 😮

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...