Vinicio Capossela…ispirazione sempre!

Pubblicato: 24 ottobre 2008 in riflessioni di elfo
Tag:, , ,

Sei nato ad Hannover e nelle tue canzoni c’è sempre un pizzico di quella nostalgia tipica dell’emigrante.Semplice sensazione di chi si fa condizionare dalla tua storia personale oppure verità?

Un po’ di malinconia mi appartiene, non stavolta però. ”DA SOLO” è semplicemente un atto di denuncia contro la scomparsa dell’inverno: la stagione dell’intimità e della resa dei conti della propria vita. Quel momento in cui, come nel racconto di Dickens (Canto di Natale) si incontrano il fantasma del presente, del passato e del futuro….

Ultimamente sei stato negli Stati Uniti a cui ti sei ispirato per la canzone ”Vetri appannati d’America”. Che paese hai trovato?

Ho trovato un Paese esausto, pieno di centri commerciali, industrie dismesse e alcolisti anonimi ma dove, in fin dei conti, non succede più niente. Un luogo che assomiglia a un grande teatro vuoto. Mi hanno colpito anche i bambini.

In che senso?

Nel senso che comprano tutto ciò che gli capiti a tiro senza che i genitori riescano ad opporsi. Ho la sensazione che gli americani siano succubi dei bambini: le loro scelte di politica estera sembrano dimostrarlo.

tratto da ”CITY” mercoledì 22 ottobre ’08, intervista di Luca Perolo.

Annunci
commenti
  1. Skymino ha detto:

    Detesto Caposela…

  2. elfo00 ha detto:

    anch’io non posso dire di amare la sua musica alla follia, ma la sua testa si!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...