01-01-2010

Pubblicato: 1 gennaio 2010 in IoMe, riflessioni di elfo
Tag:, , , , ,

Due anni son passati da quella notte in cui partì per gioco il presente blog. I perchè ed i per come ancora son misteriosi, o forse no son palesi oltremodo. La cosa certa è che questa notte come quella di 2 anni fa è un giro di boa, obbligato.

Obbligato perchè anche se non lo festeggi sto c…. di primo dell’anno e cerchi in tutti i modi di passarlo come una sera qualunque, la boa si presenta “ciao!” e ti saluta. E ti invita con il gesto del dito a girargli attorno. Ed allora somme e sottrazioni appaiono davanti a me come in uno schermo alla Minority Report e poi si, arrivan le telefonate con gli auguri. “Buon annooooo!!!!…Ogni beneeee!!!!…Che tutto ciò che desideri si avveriiii!!!” SGRUNT!

E allora? che famo?

Nulla, facciamo che accettiamo la festa imposta, che facciamo gli alternativi in casa da soli con il cane e…e…e vaffanculo, rileggiamoci il post di due anni fa:

Capodanno 2007-2008.

Ecco…dovrei iniziare con il salutare qualcuno.
Tipo che ne so…SALVE RAGAZZI ECCOMI DINUOVO QUI…il fatto è che non so se ci siete o meglio se ci sarete.
A dir la verità nemmeno so se riuscirò ad esserci io ma stasera PRIMO GENNAIO DUEMILAOTTO ho sentito la spinta ad aprire questo Blog.
Notte strana questa, tutti o quasi con l’ansia da prestazione riguardo la riuscita della festa o della cena. ……, perchè si sà se fai la cosa giusta il PRIMO la fai giusta tutto l’anno. (E DI SOLITO TUTTI PENSANO A SCOPARE, PERLOMENO I MASCHIETTI)
Ma magari basta?! che palle che noia….io adoro far capodanno da solo o in dolce compagnia, in casa con il mio cane un libro o un film, patatine e succo di mango…ma non mi è permesso! Spesso e volentieri se non vai a quella festa o quell’altra cena si offendono e quindi cedi e magari fai pure la spola da una all’altra.
Capito?
In realtà quello che più mi spaventa lo volete sapere cos’è?…è l’incognita anno nuovo! La notte di capodanno amplifica questa paura…è un accavallarsi di pensieri vecchi su quelli nuovi, di rimorsi ed aspettative, di vorrei fare ma non posso(o non ho le palle per farlo).
Ecco perchè ora son qui, con un po’ di febbriciattola a pensare di scrivere a qualche fantomatico “amico” o no (ma si sà, spesso ci si confida meglio con gli sconosciuti) per sgonfiare la bolla dei farò e dei “direi che potrei ma…” per sentirmi meno solo in questo viaggio(la vita) che è si meraviglioso ma così spaventevole.
Ora si tratta di bagnare la piantina…e vedere cosa cresce.
L’annaffiatoio c’è, il vaso anche, il seme pure….vediamo se arriva la terra…BUON ANNO A TUTTI 🙂

Annunci
commenti
  1. loris ha detto:

    auguri, caro Elfo! Leggo sempre con piacere le tue riflessioni nelle quali, a volte, sento di rispecchiarmi. Ti mando un forte abbraccio, Loris

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...