Posts contrassegnato dai tag ‘madonna’

Stasera mi sento uno scoiattolo, rintanato nella sua tana in mezzo alla paglia calda e con le sue noccioline di scorta x l’inverno…yum …yum. Ed allora quale sera migliore per fare il presepe? Si ok, gli scoiattoli non lo fanno il presepe, ma suvvia un po’ di fantasia! Siamo su internet no? Tutto è possibile!(almeno finchè la Carlucci non ci mette su le mani).

E come a Napoli ogni anno modellano nuove statuine ispirate alla cronaca dell’anno che sta per finire, Kaos se ne esce con la sua personale produzione. Statuine un po’ particolari in realtà :-). Io ne ho presa una e potete farlo anche voi, purchè abbiate un blog. Io ho scelto l’angelo bianco Michael Jackson.

L’ho sistemato sulla capanna e subito Maria si è mossa finalmente alzando la testa china sul bambinello per guardare quello strano essere. Dopo averlo fissato per un po’ , gli fa:” Ciao Angioletto!…sai che assomigli ad un famoso cantante?!”…”Sono Michael Jackson infatti, e son trapassato da poco…mi han messo qui per questo credo”…Maria è un po’ perplessa. “Sei Jackson?? Non mi prenderai mica in giro vero? Io è un po che non vedo la Tv ma il cantante che dico io era nero”…”Si si son io, solo che mi son sbiancato un po’, in realtà avevo una malattia ma nessuno mi ha creduto e son morto di dolore”….”Povero tesoro, beh certo di cose ne ho sentite su di te, sei sempre stato un po’ strano figlio mio!”….Michael si dispiace di ciò pensando che almeno nel presepe avrebbe dovuto  trovare comprensione ed amicizia. “Enricooo, scusa Enrico mi puoi togliere da qui, quella li mi fissa e mi fa domande, puoi mettermi sulla porta? Tanto guarda, sono abituato ad esser in vetrina”

Mentre mi accingo a spostarlo, lui lancia un occhiata alla capanna e Maria d’istinto copre il bambinello. Michael si incazza e gli urla” Mariaaaa, ancora devi spiegarci com’è che sei vergine ed hai partorito un bambino…”

Michael sta proprio bene sulla porta comunque.

Bun Natale a tutti.

Eh si, son piovuti pesci dal cielo in quel di Genova ed è strano, penso tra me e me, che sua Eminenza non abbia urlato al miracolo! Daltronde crediamo ancora alla verginità della Madonna o ai miracoli di Gesù!(ma ovviamente i miracoli di altre divinità non sono considerati allo stesso modo).

Come se per ammirare e seguire l’esempio del Cristo servisse, per forza, credere a lui come al figlio di Dio. Io mi sento cristiano anche senza crederlo!…mmm…però mi sento anche Gandhiano!…mmmm, qualcuno potrebbe dirmi che non sono ne carne ne…pesceeee! ahahahah!

Una Mandria! Penso avessero quest’idea quelli del comune di Roma quando hanno organizzato i flussi d’ordine per entrare nel prato dell’Olimpico per assistere al concerto(?) di Madonna.

Neanche a Portecomaro ci sarebbero stati dei problemi simili. E’ pur vero che ho un età e certe cose ”forse” non le dovrei fare, ma passi l’attesa di ore sotto il sole, passi la sete, passi il coglione di turno che ti fischia perennemente e direttamente nell’orecchio. Non può però passare che per arrivare ai cancelli si debbano scavalcare transenne cadute a terra già dal giorno prima, non può passare che ci sia scritto sul biglietto ”APERTURA CANCELLI ORE 17.00” e puntualmente si apra un ora o due dopo. Non può passare che ancora si usi la tecnica dell’imbuto per smistare la folla…esistono consulenti per questo tipo di eventi. E poi l’imbuto non è formato da strutture fisse ma da persone, poliziotti che erano al limite dello sfinimento, poliziotti con la faccia spaventata, poliziotti che stavan per svenire e che avevan paura di avere l’assicura della pistola scattata. Un plauso a quei poveri ragazzoni (:-P) che han dovuto fare uno sforzo umano non indifferente nonostante molti coglioni e coglione li abbiano insultati e derisi.Per il resto, del concerto non posso dir molto, Madonna è ancora una garanzia, show impeccabile, lei è stata fin più umana del solito. Io tutto sto playback non l’ho notato, certo molto pre-recorded ma ha canticchiato come sa far lei.

Il suo è uno show non un concerto. Un po’ impacciata con i ritmi hip-hop molto a suo agio con la dance offcourse. Un nostro amico è stato là davanti proprio sotto al palco e ha fatto le foto che vedete. Una bellissima versione dance di Like a Prayer mi è rimasta impressa!

Le foto a seguire sono di Bora che ringrazio!

Bon ora chiudiamo dicendo al Comune di Roma di farsi un po’ di esame di coscienza, visto che su di essa ha dei feriti e che per poco così sarebbe potuto succedere di tutto!

 

in attesa di sabato, quando anch’io sarò nella bolgia dell’Olimpico insieme al mio miglior amico, in mezzo a mille cule impazzite, ho trovato delle pagine del programma del concerto in rete…